Orta San Giulio e Isola di San Giulio sul Lago d'Orta



La bella stagione è ormai entrata prepotentemente nel vivo e si comincia a cercare l'evasione dal caldo cittadino o la scampagnata domenicale in luoghi dove si trovino relax, bellezze naturali, monumenti ed enogastronomia.
Non è semplice far coincidere tutti questi aspetti in un unico luogo ma fortunatamente l'Italia offre numerose località che offrono un appagamento completo per il turista.
Una di questa è senza dubbio il Lago d'Orta con la caratteristica Orta San Giulio e l'isoletta di San Giulio, vera e propria gemma immersa nelle verdi acque del lago.
Il lago d'Orta è un lago alpino piemontese tristemente famoso per esser stato in passato come uno degli specchi d'acqua dolce più inquinati del mondo a causa degli scarichi intensivi delle fabbriche della zona.Con la chiusura degli scarichi e attraverso il processo di liming(riduzione dell'acidità delle acque) si è potuto negli anni 80 ripopolare gradualmente il lago di pesci e uccelli acquatici.
Oggi quindi possiamo godere di un contesto naturale di indubbio fascino che merita di esser visitato.
Oltre ad Orta San Giulio ci sono altri centri abitati di notevole interesse come Gozzano, Omegna, Pettenasco e Nonio.
Approfittando della prima giornata di vero caldo, mi sono recato a visitare Orta San Giulio, piccolo comune che fa parte del club dei borghi più belli d'Italia; visitandola si capisce il motivo per cui sia stata inserita in questa importante categoria.
Il cuore del piccolo comune è sicuramente Piazza Motta con i suoi negozietti, le case con antichi affreschi e con il suo molo da cui si gode una vista unica sull'isola e su cui si può usufruire dei servizi di trasporto in motoscafo o aliscafo verso la vicina isola di San Giulio.
In piazza Motta si può apprezzare il palazzo della Comunità o Broletto e la salita della Motta che porta alla parrocchia di Santa Maria d'Assunta.
Orta San Giulio è famosa anche per il Sacro Monte di Orta, dove sono presenti 20 cappelle dedicate a San Francesco d'Assisi.
I parcheggi sono fuori dal centro storico e praticamente tutti a pagamento; con 10 euro potete parcheggiare la vostra auto per tutta la giornata.

Palazzo della Comunità o Broletto

salita della Motta


Vista dell'isola di San Giulio da piazza Motta 

Una volta giunti in piazza Motta ci si può imbarcare su uno degli scafi che fanno continuamente la spola verso l'isola; io ho speso 4,5 euro per il biglietto di andata e ritorno con la sicurezza di aver il passaggio per tornare ogni 15 minuti.
Il "viaggio" dura 3 minuti e l'avvicinamento graduale all'isola affascina senza alcun dubbio grazie alla maestosità dell'abbazia Mater Ecclesiae che ne occupa quasi completamente la superficie.
L'isola si visita grazie alla strada pedonale che percorre tutto il perimetro e che costeggia le antiche case.
La vista dall'isola è unica, con le montagne che sembrano gettarsi direttamente nelle acque del lago.
Sull'isola è presente un bazar e un ristorante e all'interno del monastero ci sono un laboratorio di restauro e un centro di ricerca e studio sui tessuti antichi.






Anche se apparentemente sull'isola non sembra esserci nessuna attrattiva particolare, si rimane colpiti dalla quiete e dalla bellezza del panorama che si può godere a 360 gradi.
Una giornata sul lago d'Orta è rigenerante, ci si immerge nella calma e nella storia dei piccoli borghi e ci si lascia cullare dalle acque verdi del lago che si increspano ai passaggi degli scafi.
Non vi stuferete sicuramente di fare fotografie ad ogni angolo di Orta San Giulio e sull'isola.
Raggiungere Orta San Giulio è semplicissimo grazie all'autostrada Gravellona Toce sia da Torino che da Milano.
Una visita decisamente consigliata.



Commenti

  1. E' una località molto affascinante, da segnare per le mete di viaggio future

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari