Vacanze in Valtellina tra storia enogastronomia e sport




Molte persone d'estate preferiscono passare le proprie vacanze al clima più fresco offerto dalla montagna, luogo che oltre a dare sensazioni paesaggistiche forti offre la possibilità di svolgere numerose attività per i più attivi come passeggiate, mountain bike, trekking, canoa; in alternativa per i meno temerari ed energici ci si può abbandonare ad assaporare i prodotti tipici e a scoprire le origini dei luoghi che si stanno visitando.
Un luogo che ho personalmente visitato più volte è la Valtellina, una zona alpina della Lombardia situata a nord del lago di Como e corrispondente al bacino idrografico dell'Adda; la Valtellina si trova quasi interamente nella provincia di Sondrio.
Numerose sono le bellissime vallate che costituiscono la Valtellina, ad esempio la valle di Livigno, nota località sciistica oppure la val Malenco, la val Masino, la valle del Bitto e la Val Chiavenna.
Oltre a Livigno un altro importante centro turistico è Bormio, famosa non solo per le sue piste di sci ma anche per le ottime acque termali note sin dall'antichità (Terme di Plinio).
Personalmente ho visitato Morbegno, Chiesa in Val Malenco, Berbenno, Cosio Valtellino, Dazio, cittadine tranquille dove d'estate è possibile rilassarsi con delle passeggiate nelle bellissime verdi vallate che circondano queste località che si animano di tanti eventi, fiere, manifestazioni sportive e mostre richiamando molti turisti interessati.
Una attrazione che prima o poi mi piacerebbe provare è il trenino rosso del Bernina che collega Tirano a Saint Moritz dichiarato nel 2008 patrimonio Mondiale dell’Umanità Unesco; un treno che viaggia sulla tratta ferroviaria più alta delle Alpi e che permette di godere di paesaggi magnifici e mozzafiato lungo un percorso ripido con pendenze che raggiungono il 70 per mille.


Se poi si vuole affrontare attività in alta quota è possibile avventurarsi sia per escursionisti che alpinisti su massicci che superano anche i 4000 metri come il massiccio del Bernina, l'Ortles, il Cevedale il Gran Zebrù e il gruppo dell'Adamello - Presanella
Luoghi che evocano una bellezza straordinaria e che hanno lasciato in eredità i non  lontani ricordi del primo conflitto mondiale che sull'Adamello ha avuto accesi scontri tra l'esercito italiano e quello austro-ungarico, accomunati dal freddo, dalla fatica e dalla fame.
A tal proposito si possono visitare i musei e i luoghi restaurati dove i soldati italiani ed avversari hanno valorosamente combattuto una guerra ad altitudini impensabili e in condizioni sovrumane.

Un bellissimo ricordo delle mie sortite estive in Valtellina riguardano le specialità enogastronomiche che ho avuto modo di assaggiare soprattutto a Morbegno, paese che è annoverato per la bresaola e il Bitto, il famoso formaggio  prodotto esclusivamente nei mesi estivi nei pascoli d'alta quota, ottenuto da latte di vacca con aggiunta in quantità variabile di latte caprino; come non dimenticare inoltre il piatto tipico della Valtellina, i pizzoccheri, di cui ho fatto largo consumo e da cui ho ricevuto un appagamento non indifferente.
Una tradizione forte, mantenuta nel tempo grazie al duro lavoro e alla passione degli abitanti del posto, che dà una precisa identità alla zona e la eleva senza dubbio dal punto di vista storico ed enogastromico a livello nazionale ed internazionale.


Nei secoli importanti personaggi storici hanno fatto della Valtellina il loro luogo di relax come ad esempio il poeta Giuosè Carducci, che ha soggiornato a Madesimo per numerose stagioni; un segno tangibile di una regione che affascina per i suoi paesaggi incredibili e che colpisce per la sua storia ormai secolare.
Infatti in Valtellina è possibile visitare il Parco delle Incisioni rupestri di Grosio  dove è presente  La Rupe Magna, la più estesa roccia alpina incisa dall’uomo che ospita più di 5.000 incisioni collocate tra la fine del Neolitico (IV millennio a.C.) e l’Età del Ferro (V sec. a.C.).
Insomma, la Valtellina d'estate è un piccolo paradiso terrestre dove potrete rilassarvi e godere appieno le vostre meritate e tanto agognate ferie.



Commenti

  1. Ottime ''dritte'': dopo tanta vita metropolitana sarebbe proprio il caso di ''scaricare le tossine'' al fresco immergendosi nella natura offerta dalla Valtellina, luogo in cui c'è segno tangibile di una secolare storia, ove i nostri avi hanno combattuto onorando la Patria. Non vedo l'ora di immergermi in questi scenari mozzafiato!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari